Paesi come il Brasile, l'Ecuador e la Papua Nuova Guinea chiedono una compensazione finanziaria per affrontare la deforestazione, e ora l'Arabia Saudita vuole una compensazione se i paesi a ridurre il loro consumo di petrolio per mitigare il cambiamento climatico. E 'del tutto esagerato a chiedere se gli individui dovrebbero essere compensati per avere meno o senza figli?

A Wilson Center di discussione il Mercoledì, New York Times Andrew Revkin considerato questa idea e ha dichiarato che avere meno figli è stato uno dei migliori modi che gli individui possano ridurre la loro impronta di carbonio. Gli esseri umani riproducono in modo esponenziale, e avendo due figli anziché tre potrebbero ridurre il consumo di energia che altrimenti verificarsi per generazioni. Un rapporto di Paul Murtaugh PDF presso la University of Oregon ha scoperto che la "eredità di carbonio" di avere un bambino in più è venti volte più importante rispetto ad altre scelte di individui prendono durante la loro vita (come ad esempio il tipo di trasporto che usano, per esempio.) Negli Stati Uniti, un bambino ha 160 volte l'impatto di carbonio di un bambino nato in Bangladesh, secondo Murtaugh.

Smaller Family Tree, Fewer Emissions

Alberi più piccoli, meno emissioni

La popolazione mondiale attuale è 6,8 miliardi e si prevede un aumento a 9,1 miliardi entro il 2050. Siamo in una situazione mondiale: i paesi industrializzati stanno cercando di limitare il loro consumo di energia, incoraggiando e in qualche modo aiutare i paesi in via di sviluppo l'industrializzazione, che aumenterà la loro la domanda di energia.

I crediti di carbonio per un minor numero di bambini potrebbero essere meno applicabili nei paesi in via di sviluppo, dal momento che i paesi industrializzati hanno molto più elevato emissioni pro capite. Inoltre, secondo l'esperto della popolazione e Worldwatch vicepresidente Robert Engelman, si stima che 200 milioni di donne che vogliono evitare la gravidanza rischiano comunque perché hanno un accesso inadeguato alla contraccezione e dei relativi servizi di salute riproduttiva. Come spiega Engelman nel suo libro più: Popolazione, Natura, e What Women Want, che fornisce l'accesso a tutte le donne, naturalmente, causano la fertilità a diminuire. Altri fattori chiave includono l'aumento di istruzione e uguaglianza di genere femminile, che l'empowerment delle donne a cercare servizi di salute riproduttiva, influenzarli iniziare fertile in età più avanzata, e aumentare il loro potere contrattuale con mariti a decidere quando e quanti figli avere.

Secondo un recente rapporto di Population Action Internazionale PDF, 37 dei 41 programmi di azione di adattamento nazionale (NAPA) presentato alla UNFCCC da paesi meno sviluppati hanno identificato la crescita della popolazione o ad alta densità come un fattore che li rende più vulnerabili ai cambiamenti climatici. Solo uno di questi paesi, tuttavia, ha proposto un progetto di adattamento che comprende la salute riproduttiva e la pianificazione familiare. Nonostante le richieste di promuovere i servizi sanitari e di pianificazione familiare di riproduzione come una questione di diritti umani, rimane generalmente assenti dalle trattative che portano a Copenhagen. Anche se non iniziamo a distribuire crediti di carbonio per coppie senza figli o genitori di molto piccole famiglie - un'idea rischia di rivelarsi difficile da trasformare in politica - siamo in grado di promuovere la discussione su queste connessioni ai cambiamenti climatici. E possiamo contribuire a sviluppare la capacità delle donne e dei loro partner in tutto il mondo a scegliere autonomamente i tempi e la frequenza della gravidanza.

Articoli correlati con Thumbnails
eredità di carbonio , la pianificazione familiare , le emissioni pro capite , la popolazione , servizi di salute riproduttiva , robert Engelman , donne